sabato 23 maggio 2009

Visitazione

Sei tornata come sempre a visitare i luoghi del disastro.
L’atmosfera era ferma in un eterno pomeriggio di riverberi arancioni, un accordo maggiore tenue e continuo riempiva ogni spazio.
Il palazzo era l’unico edificio per chilometri, dalle grandi finestre senza vetri della nostra stanza vedevo il giardino e alberi a perdita d’occhio.

Nessun commento:

Posta un commento