giovedì 29 novembre 2012

Dopo il taglio del bosco

Dopo il taglio del bosco
- dovevano saperlo anche i padroni -
il buono non sarebbe ricresciuto.

Le voci che caddero insieme ai tronchi
- non viste -
sono rimaste nel folto
ricoprendosi di foglie, affondando,
in attesa di un passo che smuova la terra
per riportarle alla luce
insieme ai nomi di chi lavorava
dove adesso resta il selvatico.

3 commenti:

  1. Ti leggo sempre. Sento questi versi miei tanto da sentirmi soffocare.

    RispondiElimina
  2. Ti leggo sempre. Sento questi versi miei tanto da sentirmi soffocare.

    RispondiElimina
  3. Grazie Francesca, se li senti tuoi vuol dire che lo sono.

    RispondiElimina