lunedì 15 aprile 2013

Ogni mansione ha avuto notte


[in via di pubblicazione in Chi scrive ha fede?, Fara Editore, Rimini, 2013]

Ogni mansione ha avuto notte
in giorni disseminati,
in laconici giorni
riassunti dalla formula di un’aria
che si deteriora lentamente:

una discesa nella contingenza
corporale, una caduta breve
e profonda, alimento il vuoto,
corona il bosco e l’alloro nel sole.

(2000)

2 commenti:

  1. complimenti!
    allora fare uno scambio culturale!

    AT

    RispondiElimina
  2. Grazie! Per gli scambi culturali sono sempre disponibile :)

    RispondiElimina